La visita specialistica

 

AUTOPALPAZIONE: è l'autoesame del seno ed è la tecnica che permette alla donna di conoscere la struttura del proprio seno e quindi di poter individuare precocemente eventuali noduli duri e/o trasformazioni e anomalie. Dai 16-18 anni in poi andrebbe effettuata periodicamente, possibilmente una volta al mese.

La sua efficacia è bassa: questo significa che costituisce un di più rispetto agli esami diagnostici da eseguire annualmente, senza sostituirli.


VISITA SENOLOGICA: è l'esame del seno eseguito dal medico.

E’ buona abitudine fare una visita al seno almeno una volta all’anno a partire dai 25/30 anni di età presso un ginecologo o un medico esperto.

E’ l’esame base in senologia ed è l’occasione per cominciare ad affrontare con la donna il problema del tumore alla mammella. Integra gli altri esami diagnostici facendone da guida ed aiutando nell’interpretazione.

Ha una bassa sensibilità e specificità, anche perché i segni clinici di tumore del seno sono piuttosto tardivi, per cui è evidente che da sola, la visita non è sufficiente ad escludere la presenza di una neoplasia, e che in presenza di qualsiasi reperto anche minimamente dubbio deve essere integrata da altri esami diagnostici.